Ricevi le "Foto News"

Opzioni Richiesta foto

Opzioni quantità foto

Foto Anno 2017/18

Articoli campionato Divisione Nazionale C

C Silver.: Irtet Bk Casapulla – Virtus Monte di Procida 50-53

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Irtet Bk Casapulla – Virtus Monte di Procida 50-53

 

IRTET CASAPULLA: Del Vaglio, Di Lorenzo 12, Delli Paoli ne, Guastaferro 11, Olivetti 6, Tartaro, Natale ne, Coda ne, Nacca 16, Avella, Lillo, D’Aiello 5. All. Monteforte

 

VIRTUS MONTE DI PROCIDA: Nastri 9, Esposito C., Fiorini ne, Lubrano ne, Illiano 2, Regio 11, Barbieri 6, Capuano ne, Esposito A. 4, Lubrano Lavadera 7, Canzonieri 14, Lucci. All. Parascandola

 

ARBITRI: Carotenuto e Margarita di Salerno.

PARZIALI: 11-15, 25-26, 37-35.

 

Bella e sfortunata prova per l’Irtet Casapulla che cade sul filo di lana, battuta 50-53 dalla Virtus Monte di Procida.

Gara molto intensa quella andata in scena al PalaVignola, dove i padroni di casa spingono da subito sull’acceleratore e guadagnano la testa grazie alle accelerazioni di Guastaferro e Di Lorenzo (6-4, 3’30”). Poi i montesi vanno in controllo grazie a Canzonieri che in vernice fa il vuoto (7 punti nella frazione di apertura) e costringe D’Aiello a spendere già due falli in tre giri di lancette. La tripla di Nastri certifica la fuga ospite, che si protrae fino 6-15, lasciando all’asciutto i locali per oltre sei minuti. L’ingresso del rientrante Nacca scuote i gialloviola e proprio un ‘and one’ del 44 di casa, unito ad un’invenzione di Olivetti in prossimità della prima pausa permettono alla truppa di Monteforte di limare il gap al primo pit stop (11-15 al 10’). E sullo stesso asse l’Irtet aggancia i rivali all’11’ (sul 15 pari), mostrando più concretezza e aggressività su entrambi i lati del rettangolo. La fisicità dei virtussini è manifesta e l’ingresso di Regio dà il ‘la’ al nuovo allungo flegreo (15-20 al 13’). Di Lorenzo sgancia una bomba che tiene in scia i suoi, mentre Nacca e Guastaferro capitalizzano i tanti recuperi generati da una difesa concerta e centrano il sorpasso (22-20 al 15’). Parascandola pesca però dal mazzo la carta giusta, Lubrano Lavadera, che sotto le plance aggiunge ancor più pericolosità e con 4 punti ribalta nuovamente il match (22-26 al 17’). La gara è molto combattuta e un siluro di Nacca riduce al minimo lo svantaggio all’intervallo lungo (25-26). Quando si ricomincia a sudare il Casapulla tiene in mano il pallino del gioco, anche se gli errori su ambo i lati non si contano. Frutto anche di un metro arbitrale più che permissivo che non sanziona diversi contatti; tant’è che in 4’30” solo Di Lorenzo e Nastri trovano il fondo della retina. L’Irtet però è presente e piazza un 7-2 con Olivetti, Nacca e Di Lorenzo, che salgono finalmente di giri (34-30 al 26’). L’inerzia è tutta dei gialloviola, che però mancano più volte la chance di affondare il coltello nella piaga. Un episodio chiave avviene a -2’15” dalla fine del periodo, quando per ben tre volte il duo in grigio lascia correre su altrettanti tentativi stoppati dalle torri della Virtus. E sul capovolgimento di fronte Illiano centra la tripla allo scadere dei 24” che riaccende la contesa (34-33). Nacca risponde immediatamente dai 6,75 e sia Del Vaglio che Tartaro danno una grossa mano in difesa, costringendo Barbieri a diversi turnover. Antonello Esposito dimezza lo svantaggio all’ultima pausa (37-35 al 30’). Tre punti di Canzonieri riportano in testa il Monte di Procida, ma Guastaferro risponde subito con un canestro pesante (40-38, -8’30”). Regio finalmente incide e poi è bagarre, con contatti, palle perse e bersagli facili falliti da tutte e due le squadre, che smarriscono la via del canestro per oltre 4’. Monte prova a dare la spallata decisiva con Regio e Canzonieri piazzando un break di 7-0 chiuso dalla tripla di Regio (42-47) e l’uscita per falli di Olivetti a -2’16” sembra decretare la resa gialloviola. Così non è perché Di Lorenzo e la bomba di D’Aiello rimettono in piedi la contesa (47-47) con 54” sul cronometro. Inizia una partita a scacchi: dalla linea della carità Regio e Canzonieri fanno solo metà del loro dovere e con 26” da giocare l’Irtet ha in mano la palla del pareggio. Di Lorenzo subisce fallo a -17” ma imita i colleghi. Il fallo sistematico non premia il Casapulla perché Barbieri e Nastri sono glaciali a cronometro fermo e la preghiera finale da metà campo di Di Lorenzo non è accolta dagli Dei del basket.

Michele Falco

Ufficio stampa Basket Casapulla

     
Effettua una libera donazione al portale www.campaniabasket.it, con il tuo contributo potrai garantire l'aggiornamento continuo e l'arricchimento ulteriore di foto scattate sui campi di basket.
   

Irtet Bk Casapulla – Virtus Monte di Procida 50-53

 

IRTET CASAPULLA: Del Vaglio, Di Lorenzo 12, Delli Paoli ne, Guastaferro 11, Olivetti 6, Tartaro, Natale ne, Coda ne, Nacca 16, Avella, Lillo, D’Aiello 5. All. Monteforte

 

VIRTUS MONTE DI PROCIDA: Nastri 9, Esposito C., Fiorini ne, Lubrano ne, Illiano 2, Regio 11, Barbieri 6, Capuano ne, Esposito A. 4, Lubrano Lavadera 7, Canzonieri 14, Lucci. All. Parascandola

 

ARBITRI: Carotenuto e Margarita di Salerno.

PARZIALI: 11-15, 25-26, 37-35.

 

Bella e sfortunata prova per l’Irtet Casapulla che cade sul filo di lana, battuta 50-53 dalla Virtus Monte di Procida.

Gara molto intensa quella andata in scena al PalaVignola, dove i padroni di casa spingono da subito sull’acceleratore e guadagnano la testa grazie alle accelerazioni di Guastaferro e Di Lorenzo (6-4, 3’30”). Poi i montesi vanno in controllo grazie a Canzonieri che in vernice fa il vuoto (7 punti nella frazione di apertura) e costringe D’Aiello a spendere già due falli in tre giri di lancette. La tripla di Nastri certifica la fuga ospite, che si protrae fino 6-15, lasciando all’asciutto i locali per oltre sei minuti. L’ingresso del rientrante Nacca scuote i gialloviola e proprio un ‘and one’ del 44 di casa, unito ad un’invenzione di Olivetti in prossimità della prima pausa permettono alla truppa di Monteforte di limare il gap al primo pit stop (11-15 al 10’). E sullo stesso asse l’Irtet aggancia i rivali all’11’ (sul 15 pari), mostrando più concretezza e aggressività su entrambi i lati del rettangolo. La fisicità dei virtussini è manifesta e l’ingresso di Regio dà il ‘la’ al nuovo allungo flegreo (15-20 al 13’). Di Lorenzo sgancia una bomba che tiene in scia i suoi, mentre Nacca e Guastaferro capitalizzano i tanti recuperi generati da una difesa concerta e centrano il sorpasso (22-20 al 15’). Parascandola pesca però dal mazzo la carta giusta, Lubrano Lavadera, che sotto le plance aggiunge ancor più pericolosità e con 4 punti ribalta nuovamente il match (22-26 al 17’). La gara è molto combattuta e un siluro di Nacca riduce al minimo lo svantaggio all’intervallo lungo (25-26). Quando si ricomincia a sudare il Casapulla tiene in mano il pallino del gioco, anche se gli errori su ambo i lati non si contano. Frutto anche di un metro arbitrale più che permissivo che non sanziona diversi contatti; tant’è che in 4’30” solo Di Lorenzo e Nastri trovano il fondo della retina. L’Irtet però è presente e piazza un 7-2 con Olivetti, Nacca e Di Lorenzo, che salgono finalmente di giri (34-30 al 26’). L’inerzia è tutta dei gialloviola, che però mancano più volte la chance di affondare il coltello nella piaga. Un episodio chiave avviene a -2’15” dalla fine del periodo, quando per ben tre volte il duo in grigio lascia correre su altrettanti tentativi stoppati dalle torri della Virtus. E sul capovolgimento di fronte Illiano centra la tripla allo scadere dei 24” che riaccende la contesa (34-33). Nacca risponde immediatamente dai 6,75 e sia Del Vaglio che Tartaro danno una grossa mano in difesa, costringendo Barbieri a diversi turnover. Antonello Esposito dimezza lo svantaggio all’ultima pausa (37-35 al 30’). Tre punti di Canzonieri riportano in testa il Monte di Procida, ma Guastaferro risponde subito con un canestro pesante (40-38, -8’30”). Regio finalmente incide e poi è bagarre, con contatti, palle perse e bersagli facili falliti da tutte e due le squadre, che smarriscono la via del canestro per oltre 4’. Monte prova a dare la spallata decisiva con Regio e Canzonieri piazzando un break di 7-0 chiuso dalla tripla di Regio (42-47) e l’uscita per falli di Olivetti a -2’16” sembra decretare la resa gialloviola. Così non è perché Di Lorenzo e la bomba di D’Aiello rimettono in piedi la contesa (47-47) con 54” sul cronometro. Inizia una partita a scacchi: dalla linea della carità Regio e Canzonieri fanno solo metà del loro dovere e con 26” da giocare l’Irtet ha in mano la palla del pareggio. Di Lorenzo subisce fallo a -17” ma imita i colleghi. Il fallo sistematico non premia il Casapulla perché Barbieri e Nastri sono glaciali a cronometro fermo e la preghiera finale da metà campo di Di Lorenzo non è accolta dagli Dei del basket.

 

Michele Falco

Ufficio stampa Basket Casapulla

Commenta l'articolo:

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cosa sono
I cookie sono piccoli file di testo memorizzati nel computer o nel dispositivo mobile dell´utente quando visita il nostro sito web.

A cosa servono
I cookie sono da noi utilizzati per assicurare all´utente la migliore esperienza nel nostro sito.
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per inviare messaggi promozionali personalizzati.

Tipologie di cookie
I cookie sono categorizzati come segue.
Cookie di sessione. Cookie automaticamente cancellati quando l´utente chiude il browser.
Cookie persistenti. Cookie che restano memorizzati nel dispositivo dell´utente sino al raggiungimento di una determinata data di terminazione (in termini di minuti, giorni o anni dalla creazione/aggiornamento del cookie).
Cookie di terze parti. Cookie memorizzati per conto di soggetti terzi.
E possibile controllare ed eliminare i singoli cookie utilizzando le impostazioni della maggior parte dei browser. Ciò, tuttavia, potrebbe impedire di utilizzare correttamente alcune funzioni del nostro sito web.
Per saperne di più è possibile fare riferimento a www.aboutcookies.org o www.allaboutcookies.org.

Gestione dei cookie direttamente dal sito
Per ottimizzare la tua esperienza anche nella gestione dei cookie, abbiamo deciso di organizzare i cookie utilizzati da questo sito in quattro categorie, in base alle finalità perseguite: essential, comfort, performance, advertising.

Essential: Questi cookie sono indispensabili per il regolare funzionamento del sito e delle relative funzioni. Esempi: cookie di autenticazione.

Comfort: Questi cookie consentono di migliorare il comfort e l´usabilità dei siti Internet e di mettere a disposizione svariate funzioni. Ad esempio, nei cookie comfort è possibile memorizzare i risultati delle ricerche, le impostazioni della lingua, la dimensione del carattere.

Performance: Questi cookie raccolgono informazioni su come sono utilizzati i siti Internet. I cookie prestazionali ci aiutano per esempio a stabilire quali sono i settori più popolari del nostro sito. Questo ci permette di adattare i contenuti delle pagine Internet ai vostri desideri e al contempo di migliorare i servizi Internet offerti.

Advertising: Questi cookie sono utilizzati per personalizzare l´invio delle informazioni e delle comunicazioni pubblicitarie, in funzione degli interessi dell´utente, ad es. in base alle pagine visitate.