Nell'apposita sezione "Foto" del nostro portale www.campaniabasket.it, abbiamo pubblicato le foto del servizio fotografico effettuato durante la gara di Campionato Nazionale Under 14 femminile, girone A.

 

 

Azzurra Cercola - Basket Ruggi 74-48

 

Palazzetto - Viale Dei Platani 4  CERCOLA (NA)

 

Nell'apposita sezione "Foto" del nostro portale www.campaniabasket.it, abbiamo pubblicato le foto del servizio fotografico effettuato durante la gara del Campionato regionale di serie D Campania girone A:

 

 

Flat Sport San Giorgio - Pol. Folgore 56-71

 

 S.M.S. G.Falcone - Via Caduti Di Nassirya  VOLLA (NA)

 

21 gennaio 2017

Nell'apposita sezione "Foto" del nostro portale www.campaniabasket.it, abbiamo pubblicato le foto del servizio fotografico effettuato durante la gara di Campionato Nazionale Under 14 femminile, girone B.

 

 

Azzurra Cercola - Basket Ruggi 53-58

 

Palazzetto - Viale Dei Platani 4  CERCOLA (NA)

 

Givova Ladies corsara a Ariano Irpino. Primo posto in regular season sigillato

 

Vittoria sofferta per il team di coach Ottaviano al PalaCardito. Il gm Prete: “Complimenti a tutti”

 

Successo sofferto per la Givova Ladies Scafati. Il quintetto di coach Nicola Ottaviano batte in rimonta (48-58) il fanalino di coda Farmacia del Tricolle Ariano Irpino e sigilla il primo posto a una giornata dalla fine della regular season.

Inizio di partita subito in salita per le viaggianti, ormai sempre più in emergenza per varie defezioni. Le ragazze in maglia neroarancio stentano a trovare la via del canestro e per 5’ non vedono il fondo della retina. Così le locali ne approfittano per andare sul 9-4 con un’ispirata Cossa. Nel finale Čičić e Sapienza sono preziose nel pitturato e portano la sfida in parità (11-11). Nei secondi dieci giri di lancetta Scafati fa sempre molta fatica in zona offensiva, dove le percentuali calano. Così Ariano ne approfitta nuovamente per mettere il naso avanti. E’ ancora Cossa a bucare la retina scafatese più volte per il 27-19 con cui si va al riposo lungo.

Alla ripresa delle ostilità la Givova Ladies comincia a entrare in ritmo, dopo essere sprofondata anche sul -10 (30-20) con la tripla di Ndiaye. Čičić è una spina nel fianco per la difesa rossoblù, che non sa davvero come fermarla. Poi anche Iozzino scalda la mano per il 9-0 di break (dal 32-24 al 32-33), che fa cambiare l’inerzia della gara. Scafati ingrana su ambo i lati del campo e cerca di scappare via grazie anche alle bombe di Busiello (36-45). Ariano Irpino ha un ultimo sussulto con la rediviva Cossa (40-45), ma la Givova Ladies stavolta non si fa sorprendere. Sono Sapienza e Ottaviani a ricacciare indietro le locali, costrette ad alzare bandiera bianca.

A fine partita arrivano le congratulazioni del gm Maurizio Prete. “Faccio i miei più sentiti complimenti alle ragazze per aver centrato questo primo traguardo stagionale. Il mio pensiero va anche al nostro eccezionale staff, che non sta facendo pesare loro il periodo di difficoltà che stanno attraversando”.

 

Farmacia del Tricolle Ariano Irpino-Givova Ladies Scafati 48-58

 

Farmacia del Tricolle Ariano Irpino: Frascolla 6, B. Cifaldi n.e., I. Cifaldi 3, Laterza n.e., Cossa 26, Ndiaye 5, Buglione 8, Lavita n.e., D’Avanzo. All. Paparo

 

Givova Ladies Scafati: Sicignano, Iozzino 7, Busiello 10, Porcu 4, Sapienza 12, Ottaviani 2, Baglieri 2, Čičić 21, Di Michele. All. Ottaviano

 

Arbitri: D’Aiello e Di Rienzo di Caserta

 

Parziali: 11-11, 27-19, 36-39

 

UFFICIO STAMPA

 

FREE BASKETBALL ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA

 
Effettua una libera donazione al portale www.campaniabasket.it, con il tuo contributo potrai garantire l'aggiornamento continuo e l'arricchimento ulteriore di foto scattate sui campi di basket.

 

Irtet Bk Casapulla – AP Cercola 63-51

 

IRTET CASAPULLA: Del Vaglio, Di Lorenzo 3, Guastaferro 13, Olivetti 15, Mastroianni ne, Delli Paoli ne, Coda ne, Damiano, Nacca 15, Avella ne, Lillo, D’Aiello 17. All. Monteforte

AP CERCOLA: Minieri, De Luca ne, Gaeta ne, Staiano 4, Campa 3, Fiore, Piccolo 20, Esposito 2, Paone 6, Nappo 9, Scognamiglio 7. All. Licursi

ARBITRI: Mogavero e Margarita di Salerno.

PARZIALI: 21-10, 30-23, 45-33.

Pronto riscatto per l’Irtet Casapulla, che supera 63-51 l’AP Cercola, ribaltando anche il -6 dell’andata.

Al PalaVignola la gara è da doppia posta in palio e la tensione del confronto è palpabile. Cercola mette subito il naso avanti, ma l’Irtet cerca di sfruttare ben presto i mismatch, affidandosi ai lunghi Olivetti e D’Aiello che combinano per 13 punti. I gialloviola surclassano subito i rivali (14-6 al 6’) pur sprecando una miriade di chance per dilatare il divario. Cinque punti in fila di Nacca (inclusa una tripla siderale) danno la doppia cifra di vantaggio ai locali e Guastaferro chiude un break di 16-3 quando si entra nell’ultimo giro di lancette. Una bomba di Piccolo tiene vive le speranze dei vesuviani (21-10 al 10’), anche perché coach Monteforte cambia ben presto diversi uomini, dando fiducia a Lillo e Damiano. Le percentuali da fuori dei padroni di casa sono basse e la zona dei reattivi cercolesi fa il resto. Così, dopo oltre un paio di minuti all’asciutto, è Guastaferro a sparigliare le carte dai 6,75, ripetendosi poi sul possesso seguente (26-12, -6’30”). La gara sembra in discesa per i gialloviola, ma così non è. Come spesso accade, l’eccessiva sicurezza gioca un brutto scherzo a Di Lorenzo e soci che si cullano sugli allori e subiscono la furibonda rimonta del Cercola. E’ Piccolo a dare la scossa ai suoi e con ben 7 punti nel controparziale (2-11) guida la risalita dei neroarancio. Il Casapulla soffre la rapidità sul perimetro dei rivali e la difesa imbarca acqua, mentre in attacco resta all’asciutto dal campo per ben 6’. Così la truppa di Licursi risale addirittura fino al 28-23 al 19’, prima che Nacca metta a referto il canestro del 30-23 che archivia la prima metà di gara.

Al rientro il Casapulla appare più concentrato, stringe le maglie in difesa e recupera una miriade di palloni. Di Lorenzo si sblocca e con Nacca riporta a distanza di sicurezza i dirimpettai (34-23 al 21’). L’AP Cercola però non molla e il pressing del Casapulla a metà campo viene superato agevolmente. I problemi maggiori dei partenopei però sono a livello realizzativo (4 punti in 7’30”), complice la buona prova della retroguardia di casa. Guastaferro e Nacca fanno le prove generali di fuga (41-25 al 23’), anche se la partita vive momenti di empasse notevoli; D’Aiello in vernice è una garanzia e regala il massimo vantaggio ai suoi (45-27, -2’46”). Cercola si sveglia tardi ma con Nappo e Scognamiglio rosicchia qualcosina e chiude al 30’ in ritardo di una dozzina (45-33). Olivetti e D’Aiello provano a chiudere la sfida in apertura di ultima frazione, ma Piccolo sgancia due siluri da 3 e con 8 punti riduce il gap fino al 51-41 (-6’20”). I gialloviola tremano, ma ribattono colpo su colpo. Guastaferro e Nacca rintuzzano gli attacchi dei napoletani, tra le cui file Paone e Nappo non si arrendono (57-48, -1’56”). Le energie dei viaggianti però si esauriscono lì e l’ ‘and one’ di Olivetti, appena entrati nell’ultimo minuto di gioco, serve sia a mettere in ghiaccio il risultato, sia a ribaltare il confronto diretto.

 

Michele Falco

Ufficio stampa Basket Casapulla

 
Effettua una libera donazione al portale www.campaniabasket.it, con il tuo contributo potrai garantire l'aggiornamento continuo e l'arricchimento ulteriore di foto scattate sui campi di basket.

 

MADDALONI È UNO SPETTACOLO. IMPRESSIONANTE GARA DI REQUENA

 

Pall. San Michele Maddaloni- Basket Sarno 98-76

Parziali: 25-21; 54-53; 77-62.

Maddaloni: Requena 36, Ragnino 7, Bocciero 1, Cioppa 12, Spallieri, Moccia 8, Desiato 12, Pascarella, Della Peruta 5, Rusciano 7, Chiavazzo 10, All. Parrillo, Ass. Dandolo.

Sarno: Milinkovic, De Matteis, Falco 2, Lalic, Maksimovic, Passacantilli 9, Sretenovic 12, Dunjic 12, Robustelli 2, Cvijic 14, Nappo, Kalanj 25, All. Razic.

Arbitri: Giovanni Morra di San Giorgio a Cremano (NA) e Marco Cerullo di Marano di Napoli (NA).

 

Cronaca: La Pallacanestro San Michele Maddaloni annienta Sarno sciorinando una gran prestazione. Sugli scudi Federico Requeno, andato vicino ad uno straordinario quarantello, ma in generale è tutta la squadra che ha girato a meraviglia. E quando nel secondo tempo ha sistemato anche la difesa, non c'è stata più partita.

Sin dalla palla a due le squadre vivono un entusiasmante botta e risposta. Dopo sei giri d'orologio Maddaloni riesce a realizzare un piccolo break grazie alle triple di Requena (19-13). Questo costringe Sarno a chiamare timeout. Il gap resta praticamente immutato sino alla conclusione del primo quarto. Il secondo periodo si infiamma ancor di più. Gli ospiti piazzano due veloci triple che valgono il 27 pari. I biancazzurri reagiscono immediatamente con Salvatore Desiato che in più di una circostanza si mette in proprio. Eppure anche a causa di alcuni non fischi da parte degli arbitri Sarno si porta addirittura sul più quattro (32-36). Ancora una volta c'è la reazione dei padroni di casa, che trovano punti da Requena e Desiato, ma anche da Francesco Chiavazzo che riesce ad arrivare al ferro e Antonio Cioppa preciso dall'arco. Le difese continuano ad essere ballerine da ambo le parti, e così prima che si arrivi all'intervallo già si è scollinata quota 50 punti. Ancora Desiato si rende artefice della tripla a 3" dalla sirena, con annesso fallo di Kalanj. L'atleta serbo pianta il piede sotto al play biancazzurri che ricade a subisce un colpo al malleolo che lo costringe ad abbandonare la gara.

La ripresa è un susseguirsi di emozioni, con Maddaloni che pian piano ne prende le redini senza più lasciarle. In attacco i locali continuano a segnare con grande continuità, anche perché Requena è un'ira di Dio. Ha tirato con una percentuale impressionante (14/20) e addirittura 7/10 da 3. È però in difesa che i biancazzurri stringono le maglie e concedono poco o nulla agli avversari. Sono infatti solo 9 i punti concessi a Sarno, che non riesce a prendere un tiro pulito e ancor di meno un rimbalzo offensivo nel quarto. Il vantaggio in doppia cifra arriva sul 71-61, mentre è con la bomba di Carmine Moccia che s'inaugura l'ultimo periodo. Di lì a poco ancora Moccia infila il tiro pesante che vale il più venti (87-67), mentre prima di scollinare metà periodo il tabellone luminoso recita addirittura il punteggio di 97-67. Coach Adolfo Parrillo richiama in panchina tutti i senior e schiera un quintetto completamente under, che va più volte vicino al canestro che sarebbe valso il centesimo punto senza essere purtroppo fortunato.

Ufficio Stampa

Pall. San Michele

 
Effettua una libera donazione al portale www.campaniabasket.it, con il tuo contributo potrai garantire l'aggiornamento continuo e l'arricchimento ulteriore di foto scattate sui campi di basket.